Alla ricerca di qualcosa?

In Standard

Varsavia: informazioni utili per il viaggio.

Varsavia: informazioni utili per il viaggio.

Novembre l’ho iniziato con un breve viaggio: tre giorni alla scoperta di Varsavia, capitale della Polonia. Si è trattato di un viaggio in collaborazione con WizzAir, che mi ha fornito i biglietti aerei, per andare a scoprire la città e poi parlarvi dei loro servizi. Prima di parlare dei voli e della compagnia, parliamo della città.

Valùta e costo della vita

In Polonia hanno gli Zloti come moneta locale. Al momento del mio viaggio a Varsavia (1-4 novembre 2019) il cambio era (circa) 1 euro: 4 zloti, quindi un cambio abbastanza vantaggioso.
Per quanto riguarda, poi, il costo della vita ho trovato prezzi abbordabili: una camera doppia uso singola, per 3 notti in hotel centrale, le ho pagate 258 euro; pranzi e cene non mi sono costati mai più di 20 euro seduta al ristorante (bevendo solo acqua, però) e la prima cena all’Hard Rock Cafè, posto sempre molto caro, mi è costata 16 euro (panino con patatine fritte, Pepsi con refill e gelato). Gli ingressi ai musei costavano sempre tra i 15 e i 20 zloti (quindi massimo 5/6 euro). Per tre giorni ho speso all’incirca 200 euro in totale, per “vivere” la città; quindi parliamo di 458 euro circa compreso l’hotel; se aggiungiamo anche i 15 euro di transfer dall’hotel all’aeroporto del lunedì mattina arriviamo a 473 euro totali per tutta la mia permanenza.

Mezzi pubblici

Varsavia ha una buona ed estesa rete di mezzi pubblici, che coprono tutte le zone della città senza però entrare nella città antica (la costeggiano soltanto). Tra bus, metro e tram ho sempre trovato un mezzo che mi portava dove volevo arrivare e avrò fatto massimo un cambio di mezzo. Ammetto di aver impiegato qualche minuto a capire il funzionamento della metropolitana (non ho visto mappe all’interno delle due fermate dove ho girato), ma alla fine sono arrivata a destinazione.
Spesso, purtroppo per noi, gli annunci sui mezzi (metri, tram, bus) erano solo in polacco: venivano fatti anche in inglese solo raramente, in centro città o dove c’era un interscambio di interesse anche turistico (stazione dei bus per andare fuori città, ad esempio).

Biglietti per i mezzi

Biglietto da 20 minuti: costa 3,20 zloti (meno di 1 euro);
Biglietto da 75 minuti: costa 4,40 zloti (1 euro “e qualcosa”);
Biglietto da 24 ore: 15 zloti (poco meno di 4 euro);

I biglietti possono essere acquistati a tutte le fermate metro, a tutte le fermate di bus e tram e, udite udite, anche a bordo dei mezzi (bus e tram). A bordo dei mezzi pubblici potete acquistare solo il biglietto da 20 minuti pagando con carta di credito.

Girare in città

Non ho avuto difficoltà a raggiungere le zone di Varsavia che ho scelto di visitare. A parte il sabato mattina che sono andata a visitare il quartiere “Praga”, ammetto di non essermi mai allontanata tantissimo dal centro cittadino (che comprende anche la città vecchia, ma non solo) e questo ha certamente reso gli spostamenti più semplici.
Ho camminato molto e usato comunque spesso i mezzi pubblici: non ho mai trovato difficoltà negli spostamenti e se non c’erano mezzi per arrivare direttamente dove volevo andare, ho potuto fare tratti a piedi senza che mi prendessero ansie o paure. Io ho portato con me una piccola guida turistica del Touring Club, per avere le informazioni essenziali durante il viaggio. Ho notato pochi cartelli e indicazioni in inglese, devo ammetterlo, però credo di poter affermare che questo non ha inciso più di tanto sulla mia visita: tra le poche indicazioni che ho trovato, la guida (con le cartine per zona) e il navigatore sono riuscita a non farmi mancare nulla.
Ho trovato un livello d’inglese buono, che mi ha permesso di rapportarmi con le persone senza difficoltà. Solo una volta ho avuto qualche problema in più, perché la persona che avevo di fronte non lo parlava benissimo, ma ci siamo capite comunque (la signora ha cercato in tutti i modi di capire cosa volessi, nonostante non lo parlasse benissimo).

Viaggiare da soli a Varsavia

Diciamolo subito: non ho avuto alcun tipo di problema a girare da sola, sia di giorno che di sera, e non mi sono mai sentita in pericolo. Ho girato prevalentemente in centro, ok, ma non mi sono mai trovata in situazioni di disagio (come dico sempre: molto spesso basta fare un po’ più di attenzione a come ci si
organizza il viaggio per evitare situazioni di pericolo). Quando mi sono allontanata un po’ di più dal centro, il sabato mattina per visitare il quartiere “Praga”, ammetto di essermi divertita a vedere gli sguardi curiosi delle persone della zona: probabilmente lì di turisti non se ne vedono tanti! Ma comunque si trattava solo di sguardi molto curiosi e niente di più.
Per quanto riguarda alcuni aspetti del viaggio mi sono ovviamente organizzata anche in base al fatto che fossi da sola e dovessi rientrare il lunedì mattina con il volo delle 6: niente zone periferiche (capitan ovvio!), se non di giorno e per vedere un qualche luogo fondamentale della storia cittadina, niente rientri folli a tardissima notte e hotel in zona abbastanza centrale (ho dormito al Mercure Warszawa Centrum). Parliamo di accortezze che adotto in tutte le città che visito quando sono da sola (in compagnia, ovviamente, alcuni aspetti come il rientro tardi la sera possono anche essere rivisti e posso evitare di farmi troppi problemi e “film mentali”).

WizzAir

Ora parliamo della compagnia aerea, che mi ha contattata ad inizio ottobre per discutere della collaborazione, e devo iniziare ammettendo che si è trattato del mio primo viaggio con loro, nonostante io sia incuriosita da molte delle mete che offrono.
Come mi sono trovata? Premesso che è stata la mia prima esperienza in assoluto con loro, direi che l’esperienza è stata buona. I lati positivi? Ve ne elenco alcuni:
° Buona gestione della fase d’imbarco: non caotica, non tirata per le lunghe e senza alcun tipo di intoppo;
° Priority “veramente priorità”: chi come me aveva il biglietto con priorità è salito veramente prima di tutti e non, come ho visto fare ad altre compagnie, solo pochi secondi prima dei passeggeri senza priorità (altrimenti non la si comprerebbe, se poi si salisse tutti insieme);
° Pochi annunci a bordo, durante il volo (solo al ritorno ne hanno fatti uno o due, ma niente di così fastidioso e tartassante). Vi dico solo che al ritorno, colo volo delle 6:25 del mattino, sono riuscita anche a dormire (cosa che non mi capita mai in volo, nemmeno tornando dagli Stati Uniti);
° Posti a sedere abbastanza spaziosi, rispetto alla media delle compagnie low cost;
° Aeromobili nuovi e puliti.
° Annunci dalla cabina non troppo frequenti, con tutte le “solite” informazioni necessarie e che potrebbero interessare ai passeggeri (durata del volo, a che ora arriviamo a destinazione e cose così). Solitamente in polacco e inglese, al ritorno il primo ufficiale lo ha detto anche in italiano.

Lati negativi ce ne sono stati? Tenendo sempre conto che è stata la mia prima esperienza con loro direi che è stata piuttosto positiva. Se proprio dovessi tirare fuori per forza un problema direi che i tavolinetti erano un po’ scomodi (ma quello dipende dal costruttore da cui hanno acquistato gli aerei). L’unico “problema vero”, il ritardo nella partenza all’andata, era legato al traffico dell’aeroporto di Fiumicino e non a WizzAir.

Detto questo, oggi vorrei parlarvi di due programmi di WizzAir: la WIZZ Priority e il WIZZ Discount Club

WIZZ Discount Club

Inizio da qui perché si tratta di un nuovo servizio che la compagnia offre. Parliamo di servizio offerto con abbonamento e che permette, a chi viaggia spesso durante l’anno, di risparmiare sul costo dei biglietti aerei. La cosa che ho trovato più interessante? Che se viaggiate in compagnia lo sconto viene esteso anche ai compagni di viaggio (i dettagli ve li do tra qualche riga). Ma in che senso parliamo di sconti ed estensioni agli amici? Provo a spiegarvelo attraverso gli stessi esempi che fa la compagnia sul sito web:
° Sconto di 10€ a volo per le tariffe dai€ 19,99 in su durante l’anno di validità dell’abbonamento;
° Sconto di 5€ sul supplemento per il bagaglio da stiva quando lo acquistate online
° Se viaggiate con degli amici, anche loro avranno uno sconto. Ovviamente dovete viaggiare tutti insieme e parliamo di un compagno di viaggio per l’abbonamento Standard e fino ad un massimo di 5 per l’abbonamento Group;

Se volete leggere qualcosa in più al riguardo vi rimando ovviamente alla pagina dedicata sul sito web ufficiale di WizzAirLa pagina del sito web ufficiale della compagnia

WIZZ Priority

Capita a tutti, una volta arrivati al gate d’imbarco, di sentir chiamare per primi i passeggeri con priorità (o quelli iscritti ai programmi di accumulo miglia, con le compagnie di linea). Anche WizzAir offre (a pagamento) questo servizio, che da diritto a:

° Check-in prioritario
° Imbarco prioritario
° Trolley 55x40x23 in cabina(massimo 10 kg)
° Secondo bagaglio a mano 40x30x20 (zaino, borsa o borsa da computer)

“Ma quanto mi costa acquistare questo servizio?” CI sono tre possibilità:

°5,00€ se si acquista online (anche in una fase successiva rispetto all’acquisto dei biglietti);
°35,00€ se si compra tramite il Call center di Wizz Air;
° 20,00€ se si decide di acquistare il servizio direttamente in aeroporto;
(NB: il servizio non è rimborsabile).

Anche qui vi rimando alla pagina dedicata sul sito web della compagnia per tutte le eventuali informazioni aggiuntive che magari cercate.



Booking.com

0 Commenti

Articoli correlati

Lascia un commento