Alla ricerca di qualcosa?

In Standard

Paphos: il sito archeologico e le tombe dei re

Paphos: il sito archeologico e le tombe dei re

Prima del post sulla passeggiata per le strade di Paphos, in cui vi mostrerò altre piccole meraviglie di questa cittadina, vi voglio parlare di questi due siti archeologici.

Iniziamo parlando delle Tombe dei Re, un sito che rientra nella lista dei patrimoni UNESCO. Al suo interno sono state trovate, come già si capisce dal nome, delle sepolture e 10 di esse sono imponenti al punto da far pensare che si trattasse di tombe di re. Vi dico subito che a Cipro (e Paphos) fa molto caldo, quindi armatevi di santa pazienza e mettete la sveglia presto, così da potervi andare all’apertura.
Accanto alle tombe, purtroppo, non si trovano targhe esplicative; su alcune si trova una numerazione, immagino per indicare le 10 tombe più imponenti, quelle a cui si deve il nome del sito.
Entrare in queste tombe fa un certo effetto: si capisce davvero quanto sono imponenti, quanto sono “reali”. Non sono semplicemente delle tombe grandi, ma sono, con i loro colonnati e altri particolari (poco particolari e tanto visibili), proprio diverse dalle altre.
Peccato per la poca valorizzazione del sito e la mancanza di targhe esplicative e mappe per capire dove ci si trovava… In fondo si tratta sempre di un sito UNESCO!

Il biglietto d’entrata costa 1,70 Euro e il sito segue questi orari: 08:00 – 17:00 (Novembre – Marzo), 08:00 – 18:00 (Aprile – Maggio, Settembre – Ottobre), 08:00 – 19:30 (Giugno – Agosto). Per arrivarci basta prendere l’autobus 615 (lo stesso che porta a Coral Bay) e scendere alla fermata proprio davanti al sito (se avete paura di mancare la fermata, chiedete tranquillamente all’autista).

Poi troviamo il Parco Archeologico di (Kato) Paphos: anche questo sito rientra nel patrimonio UNESCO.
Per fortuna qua ci sono cartine e targhe esplicative, quindi risulta più semplice orientarsi e sapere cosa si sta guardando 🙂 Noi lo abbiamo visitato dopo aver visto le tombe dei re, quindi iniziava a fare davvero tanto caldo e il sito è, ovviamente, sotto il sole. Siccome il caldo non ci era per nulla amico, abbiamo deciso per un giro ridotto: passiamo prima per l’Odeon, sotto il faro che si vedeva dal sito delle tombe dei re e davanti all’agorà; quindi passiamo per la Casa di Dioniso, con i suoi affreschi, e, infine, la casa di Teseo.
Da vedere ci sono anche le “quaranta colonne” e dei resti di una Basilica cristiana, ma noi eravamo esauste dalla camminata sotto il sole (i tratti che abbiamo fatto tra una cosa e l’altra erano abbastanza lunghi da farci soffrire).

Il biglietto d’entrata costa 3.40€, quindi sempre molto economico. L’entrata è vicina alla stazione degli autobus al porto, dall’altra parte rispetto al grande parcheggio per le macchine.

Gli orari dipendono sempre dalla stagione:
Da Novembre a Marzo: 8.00 – 17.00
Da Aprile a Maggio: 8.00 – 18.00
Da Giugno ad Agosto: 8.00 – 19.30
Settembre – Ottobre: 8.00 – 18.00

Paphos: le tombe dei Re

Paphos: le tombe dei Re

Paphos: le tombe dei Re

Paphos: le tombe dei Re

Paphos, Parco archeologico: casa di Teseo

Paphos, Parco archeologico: mosaici della casa di dioniso

Paphos, Parco archeologico: l'Odeon

0 Commenti

Articoli correlati

Lascia un commento