Alla ricerca di qualcosa?

In Standard

Una gita a Nicosia

Una gita a Nicosia
[THIS POST IN ENGLISH] Continuo il racconto dei miei giorni a Cipro parlandovi di Nicosia, una città “divisa in due” e sempre piena di turisti, nonostante il caldo. Dalla stazione Karavella di Paphos prendiamo il pullman alle 07:30.
Arrivate a Nicosia scendiamo lungo la strada principale della città
Lefkosia: palazzi tipici

e saliamo fino all'”osservatorio di Leda street” per osservare la città dall’alto.
Lefkosia vista dall'alto

Poi troviamo una chiesetta molto, ma molto, carina: la chiesa dell’Arcangelo Michele Trypiotis
Lefkosia: curch of Arcangelos Michael Trypiotis

Passiamo davanti ad una piccola moschea chiusa ai turisti per la presenza dei fedeli.
Lefkosia: piccola moschea

Ci fermiamo alla Cattedrale di Agios Ioannis, vicina all’arcivescovado: piccolina, ma veramente molto bella. Li accanto c’è anche il museo etnografico di Cipro.
Lefkosia:

Vogliamo, quindi, salire sulle mura (costruite dai veneziani quando Venezia era una delle Repubbliche Marinare) e arriviamo alla “Porta Famagosta”, quella meglio conservata, prima di avviarci a pranzare.

Dopo aver mangiato, passiamo i controlli per entrare nella parte turca di Nicosia e ci fermiamo a fare un giro in quello che, una volta, era un caravanserraglio
Lefkosia: antico caravanserraglio

Quindi passiamo anche alla moschea che guardiamo da fuori.
Lefkosia: la grande moschea

Usciamo dalla “Nicosia turca” e dopo una breve visita al centro dell’artigianato cipriota, ci prendiamo un caffè lungo la via principale in attesa di tornare a Paphos.
Intanto comincio a pensare alle mete per i prossimi viaggi, in particolare Dublino, guardando i biglietti aerei su expedia. Avete consigli su questa città che ancora non sono riuscita a vedere come si deve?

0 Commenti

Articoli correlati

Lascia un commento