Alla ricerca di qualcosa?

In Standard

6 luoghi da vedere passeggiando per Londra

6 luoghi da vedere passeggiando per Londra

Londra nasconde tante storie all’aperto, tra le sue strade, parchi e antichi pub. Spesso basta passeggiare per le sue strade e guardarsi intorno per scoprire le più strane e particolari. Più ci torno, più mi accorgo di quanto ho ancora da vedere, scoprire e imparare: oggi, quindi, voglio portarvi a scoprire 6 luoghi di Londra dalla storia più o meno particolare.

Horse at water

Cavallo a Hyde Park Si trova all’angolo nord-est di Hyde Park, non lontano dallo Speaker’s corner. Un tempo, la zona si chiamava Tyburn: il suo nome venne usato per secoli, in letteratura, in riferimento alla forca che si trovava in questo villaggio (si, villaggio) destinata all’esecuzione dei detenuti. Dal 2010, posizionata tra una fontana degli anni ’60 e il famosissimo “marble arch” di John Nash, è stata messa qui una scultura di bronzo a forma di testa di cavallo opera dello scultore Nic Fiddian-Green. Alta 10 metri, dal peso di 17 tonnellate, questa enorme testa di cavallo è molto curiosa e particolare, per la sua forma, la sua posizione “in bilico sul muso” e per la storia passata della zona. Ammetto di essere rimasta interdetta, forse anche un po’ sconcertata, per i primi secondi passati a osservarla una volta uscita dalla metro: mi sono avvicinata, ci ho fatto un paio di giri intorno e solo dopo ho iniziato a trovarla leggermente meno “strana” rispetto alla prima impressione. Qualche nota storica riguardo la zona: Tyburn era, anticamente, un villaggio e non un quartiere di Londra. Qui avvenivano le pubbliche esecuzioni di condannati provenienti dalla prigione di Newgate, nella City e che vi giungevano passando dalla chiesa di St Giles in the Fields e da Oxford Street. La prima esecuzione fu quella di William Fitz Osbern, il capo dei poveri di Londra, arrestato nella chiesa di St Mary-le-Bow, trascinato nudo da un cavallo fino a Tyburn dove venne appunto impiccato. Tra i più autorevoli individui impiccati qui vi furono il giudice John Bradshaw, il generale Henry Ireton ed Oliver Cromwell.
La parola Tyburn, ad un certo punto della storia, divenne un eufemismo utilizzato per indicare la pena capitale: ad esempio, l’espressione “fare una cavalcata a Tyburn”, significava finire impiccato. L’ultima impiccagione, quella del del brigante John Austin, ebbe luogo il 3 novembre 1783.
Oggi, il luogo dei patiboli è oggi contrassegnato da tre triangoli in ottone, montati su un’isola di traffico all’incrocio di Edgware Road con Bayswater Road. È anche commemorato dal Convento di Tyburn, convento cattolico dedicato alla memoria dei martiri giustiziati colà ed in altri luoghi a causa della loro fede.

Platano di Brunswick

Il platano di Brunswich Il platano è un albero molto diffuso a Londra: in particolare, la specie tipica della città è il “Platanus x acerifolia”, incrocio di Platano occidentale e Platano orientale. A Brunswick Square, nel quartiere di Bloomsbury, si trova il Platano di Brunswick, magnifico esemplare di questo incrocio di specie. Il tronco di quest’albero ha un diametro di 7 metri e i rami più bassi non sono mai stati tagliati: al centro di questo piccolo “giardino urbano”, quindi, l’albero è cresciuto secondo la sua forma naturale e i suoi rami più bassi si allargano ad altezza d’uomo.

Kindertrasport monument

Kindertransport statue Si tratta di un gruppo di statue bronzee che rappresenta un gruppo di bambini di diverse età, situato davanti l’entrata sud della stazione di Liverpool Street. Dietro il gruppo di bambini si trova un binario, lungo il quale sono riportate le loro città di provenienza. Tra il dicembre del 1938 e il settembre del 1939, arrivarono alla stazione di Liverpool street circa 10.000 bambini ebrei: dopo gli attacchi agli ebrei tedeschi e alle loro sinagoghe avvenuti la notte tra il 9 e il 10 novembre del 1938 (la “notte dei cristalli”), il goberno britannico consentì l’immigrazione di ragazzi ebrei minori di 17 anni e cercò famiglie adottive o benefattori disposti a donare 50 sterline per il viaggio. Tra questi ragazzi “adottati” dalla Gran Bretagna vi era anche Frank Weisler: a lui si devono i monumenti commemorativi di Londra, Hoek van Holland, Danzica e Berlino.



Booking.com

Shad Thames

Shad Thames Questa zona di Londra si trova lungo la riva meridionale del Tamigi, a est del Tower Bridge. Charles Dickens la conosceva molto bene, perché ci veniva con la polizia fluviale cittadina: proprio qui vi ha ambientato alcune scene di libri come come Oliver Twist, ed era la zona dei sobborghi poveri della città. Shad Thames è la via che corre lungo il fiume fino a St. Saviour’s Dock, dove quelli che erano depositi e magazzini sono stati oggi riconvertiti in case e uffici di lusso. Tre anni dopo la morte di Dickens, per essere precisi nel 1873, vi vennero costruiti depositi di tè, caffè, spezie e grano, mentre la riconversione a case e uffici iniziò negli anni ’80 del XX secolo (l’ultimo magazzino venne chiuso nel 1972). Le passerelle tra gli edifici, in origine costruite come collegamenti tra i vari magazzini sui due lati della via, oggi sono i balconi degli appartamenti. Devo ammettere che di sabato mattina presto, complice forse la città che ancora si deve risvegliare del tutto, la zona quasi deserta mostra una atmosfera molto particolare (e si può provare a immaginare come mai Dickens la scelse per i suoi libri).

Prospect of Whitby

Prospect of Withby La storia di questo pub, uno dei più antichi di Londra, nasconde qualche curiosità. Una parte delle sue finestre si affaccia sul fiume e si vede anche una piccola forca con cappio. Il patibolo non è quello originale, ma rimanda comunque a una storia curiosa: proprio qui, nei secoli passati, ai condannati (portati qui con un carretto), veniva concessa la loro ultima Ale (un quarto di gallone di birra) prima che venissero portati alla forca per essere impiccati. L’ultima condanna qui eseguita risale al 1830.

Shadwell Basin

Lo Shadwell Basin Questo bacino venne costruito in un’area recintata di 12 ettari come sezione orientale dei London Dock, per il carico e lo scarico delle navi. Oggi, invece, è una calma area dove vengono per un po’ di svago pescatori, diportisti e appassionati di canoa. Lungo le sponde passeggiano anche curiosi e cani con i loro padroni. L’area, oggi, è collegata al Tamigi a est da una chiusa ed è circondata da abitazioni di quattro (massimo cinque) piani risalenti agli anni ’80 e che richiamano lo stile dei magazzini portuali di un tempo. Ci sono dei canli che lo collegano a Tobacco Dock (i magazzini del tabacco del 1812 circa) e su Wapping Wall si trova ancora l’impianto idraulico usato dal 1890 per azionare le gru, chiudere i cancelli e i due ponti che, ancora oggi, sbarrano le entrate del porto. Per arrivare qui bisogna prendere la DLR e scendere a Shadwell.

Breve postilla

Questi posti li ho trovati leggendo il libro “111 luoghi di Londra che devi proprio scoprire



Booking.com

0 Commenti

Articoli correlati

Lascia un commento