Alla ricerca di qualcosa?

In Standard

Howth – Dintorni di Dublino

Howth – Dintorni di Dublino

Dove andare per una giornata fuori porta durante un viaggio a Dublino? Direi sicuramente ad Howth!

Raggiungibile comodamente con la DART, con circa 5 euro di biglietto (a/r), Howth è un piccolo villaggio di pescatori affacciato sulla baia di Dublino. La prima cosa che colpisce di questo villaggio?
Howth: lungomare L’alta presenza di gabbiani che, tranquilli e paciosi, passeggiano per i prati del villaggio senza spaventarsi per la quantità di persone che li circondano e cercano di fotografarli. Poco lontano dalla stazione si trova un piccolo ufficio di informazioni turistiche: trovo delle ragazze molto gentili e cordiali che mi danno un po’ di indicazioni ed informazioni su Howth ed anche una piccola mappa con segnalati anche alcuni percorsi di trekking che percorrono la costa nei dintorni del villaggio.
Howth: percorso per il trekking Non avevo le attrezzature adatte per fare trekking, ma ho voluto provare ad addentrarmi lungo il percorso più breve per farne almeno una piccola parte.
Posso dirvi che, almeno per la prima parte, il percorso è abbastanza semplice e ovviamente i panorami sono da togliere il fiato. Tenete conto, comunque, di alcuni piccoli particolari:
– in alcuni tratti in particolare tira molto vento e questo, oltre ad essere molto fastidioso, vi costringe a mettervi e togliervi continuamente il maglione (o giacca che abbiate con voi); decisamente tutto molto scomodo ed anche per le orecchie non è il massimo;
Howth: il faro – Anche se è piuttosto semplice, portatevi le attrezzature da trekking anche per il percorso più facile: le scarpe “normali” risultano comunque scomode! Tenete conto che secondo le informazioni che ho trovato il percorso di trekking è di 10 km (circa 2h e 30 di cammino): cercate di preservare i vostri piedi per il resto della vostra vacanza!
Io sono arrivata fino alla curva che “affaccia” sul faro per tornare indietro e fare una breve passeggiata nel villaggio. Lungo il percorso ci sono diversi slarghi da cui fare foto splendide.
Howth: dal lungoporto Per tutta la passeggiata ho incrociato moltissime persone, tantissimi camminatori appassionati di tutte le età ed anche tantissimi turisti che percorrono almeno in parte questo cammino per ammirare e fotografare gli stessi panorami che vi ho suggerito di osservare. Il piccolo porticciolo al tramonto ha una luce molto particolare ed è anche questo popolato dai numerosi gabbiani del paese. Il molo è “adibito” a passeggiata per famiglie, coppie e turisti che arrivano qui da Dublino. Seduti ai bar e ristoranti affacciati sul porto si vedono gli abitanti del paese che osservano il via vai di persone lingo il molo. Andando dal lato opposto rispetto al nucleo del paese si trova la Parrocchia di St. Mary.
Howth: chiesaSono arrivata che era chiusa, ma mi sono comunque goduta l’edificio al tramonto. Poco distante si trova il castello di Howth: venne costruito dai normanni sulla costa nel 1177 e ricostruito nel 1235 sulla collinetta centrale della penisola. Circondato da un golf club, oggi é considerato uno degli edifici più vecchi d’Irlanda ed è abitato dagli eredi baroni di Howth: essendo proprietà privata, non è visitabile se non in alcuni giorni. Nonostante una parte dell’edificio sembri essere “lasciata al suo destino” ed in rovina, il piccolo edificio ha certamente il suo fascino e vi consiglio di arrivare fino qui e, già che ci siete, di fare una veloce passeggiata per i suoi giardini!
Howth: il castelloPurtroppo non ho trovato alcun sito ufficiale su cui reperire informazioni al riguardo (potete trovare informazioni riguardo Howth sul sito dell’ente del turismo di Dublino). Poco distante si trova il museo nazionale dei trasporti che ha orari d’apertura molto particolari: sabato, domenica e “Bank Holidays” dalle 14 alle 17:00 (io per vari motivi organizzativi della vacanza sono andata di mercoledì). Potete ovviamente trovare tutte le informazioni sul sito ufficiale del museo.
Howth: per le vie del paese Quasi dimenticavo che anche Howth ha la sua importanza per quanto riguarda la letteratura d’Irlanda: una delle case lungo Balscadden Road, strada che porta che porta ai sentieri per il trekking, è la casa dove lo scrittore William Butler Yeats passò parte della sua infanzia.
In conclusione giusto una considerazione: tenete conto che mezza giornata secondo me non basta per fare tutto! A meno che non siate decisi ad evitare il trekking, cosa che vi sconsiglio perché vi perdereste un’attività splendida, pensate di passare in questo villaggio quasi una giornata intera. E se arrivate quando i pescherecci stanno rientrando in porto, all’incirca verso ora di pranzo, sappiate che potreste incontrare le foche che arrivano al porto di Howth alla ricerca del loro pranzo.

0 Commenti

Articoli correlati

Lascia un commento