Alla ricerca di qualcosa?

In Standard

Le colline di Buda: la collina del castello e il monte Gerardo

Le colline di Buda: la collina del castello e il monte Gerardo

In pochi sanno che Budapest è composta da 3 (e non 2) città unite: Buda, Pest e Obuda.
Le prime due, quelle di cui tutti abbiamo sempre sentito parlare, si trovano praticamente una di fronte all’altra separate dal Danubio e sono anche quelle che, da sempre, sono le più importanti.
Dalla Parte di Buda troviamo ben 2 colline, molto famose ed entrambe con la loro importanza.

Il monte Gerardo si trova all’altezza del ponte Elisabetta ed alle sue pendici si trova l’Hotel Gellert con le sue terme. Si nota anche la cappella nella Roccia, costruita nel 1926 in una grotta e sede dell’ordine dei Paolini fino al ’56, quando i religiosi vennero arrestati dai comunisti e la grotta fu sigillata. Dietro si erge anche il monastero.
Dall’altro lato rispetto all’hotel ed alla Cappella, troviamo un monumento al vescovo Gerardo di Csanád, martire ungherese (su wikipedia trovate tutta la sua storia, legata alla morte di re Stefano e, quindi, alla successione reale).
In cima a questa collina si trova la Cittadella: si tratta di unna fortezza costruita dagli Asburgo per contrastare rivoluzioni e guerre. Venne costruita negli anni quaranta del 1800 e quando la costruzione venne portata a termine nel 1851, i venti della politica erano cambiati e non ce n’era più bisogno. Oggi si possono vedere i suoi resti, alcune vetrine espositive con armi, divise e pannelli esplicativi e, infine, un bunker oggi diventato museo.

L’altra collina è la collina del castello (o palazzo reale, che dir si voglia).
Oltre a mezzi pubblici e strade da poter percorrere per arrivare in cima, vi è una funicolare che, da Clark Adam Ter porta fino in cima alla collina: il biglietto singolo costa 1000 fiorini e quello “andata & ritorno” ne costa 1700.
Se siete fortunati (come lo siamo state noi), una volta arrivati in cima con la suddetta funicolare, vi ritroverete ad assistere al cambio della guardia.
Il castello oggi è occupato dal Museo Nazionale Ungherese e il Museo Storico di Budapest. Noi abbiamo visitato il museo Nazionale Ungherese, rimanendo stupite dall’arte ungherese. Per fare video e foto dovete pagare un biglietto a parte (circa 2 euro, oltre ai 4 circa del biglietto per voi).
I giardini dal lato del Danubio offrono una vista spettacolare su i principali monumenti della città come il parlamento e la Basilica di Santo Stefano e anche sull’isola Margherita.
Si trova qui, tra il palazzo e la porta corvina, la fontana di Mattia Corvino, personaggio simbolo della storia di questa città (re d’Ungheria dal 1458 al 1490).
Passata la Porta Corvina, si giunge alla piazza dove si trovano la Chiesa di Mattia Corvino e il bastione dei pescatori. La chiesa, costruita tra il 1255 e il 1269, si chiama, in realtà, “Nostra Signora Assunta della Collina del Castello” ed è dedicato alla Madonna.
Il bastione dei pescatori, invece, è un punto panoramico su Budapest. Le sue sette torri rappresentano le sette tribù magiare che si insediarono nel bacino dei Carpazi nel 896. Deve il nome dalla corporazione dei pescatori che era stata incaricata di difendere questo tratto di mura della città durante il Medioevo.

Sempre sulla collina del castello si trova l’Ospedale nella Roccia, usato come ospedale e come bunker antinucleare. Lo si può visitare solo prendendo parte alle visite guidate. Nelle gallerie fa fresco (circa 15 – 18 gradi) e vengono messe a disposizione delle mantelle da potersi mettere addosso nel caso in cui si soffrisse il freddo. (il prezzo del biglietto è di 3.600 Huf – circa 13 Euro)

Le terme Gellert

La cittadella: il panorama

La cittadella: statua della Libertà

Collina del castello, Buda: interni della chiesa di  Mattia Corvino

Collina del castello, Buda: Bastione dei pescatori

Collina del castello, Buda: il panorama dalla funicolare

Collina del castello, Buda: per scendere verso Buda

0 Commenti

Articoli correlati

Lascia un commento