Alla ricerca di qualcosa?

In Standard

4 musei da visitare a Londra

4 musei da visitare a Londra

Oggi parliamo di 4 musei da visitare a Londra. Di questi, 3 sono stati una scoperta dell’ultimo viaggio a Londra e l’ultimo, visitato già qualche anno fa, non è esattamente un museo ed è, a mio avviso ovviamente, un luogo che merita una visita quando ci si trova a visitare la capitale inglese.
Museum of brand and advertisingCominciamo parlando del “Museum of Brands, Packaging and Advertising“. si trova vicino a Portobello Road, quindi vi consiglio di unire la visita al museo alla visita al mercato (potete anche mangiare in zona, ci sono tanti posti molto carini). Il museo è piccolo e molto carino: ripercorre l’evoluzione dei brand dal punto di vista delle scatole, delle pubblicità e del logo dall’inizio del ‘900 fino ai giorni nostri. Ho (ri)scoperto gli albori di famose marche di detersivi, merende e merendine, bambole (barbie comprese) e giochi per bambini ed è decisamente interessante vedere come, nel tempo, il design di logo, scatole e tutti gli annessi e connessi sono cambiati in meglio (od in peggio, ovviamente).
Dell’esposizione, purtroppo, non posso mostrarvi nulla perché non è possibile fare foto (e video) della mostra.
Divieti a parte, credo che questo piccolo museo sia uno di quei posti da vedere se non volete limitarvi ai soliti musei iper famosi come il British o la National Gallery.
Questo piccolo museo ha un biglietto d’ingresso da pagare:
Adulti 6,5£;
Bambini (7-16 anni) 2.25 £;
Famiglie: 15£.
Dal 2 gennaio 2015 ci saranno degli aumenti:
Adulti 7,5£;
Bambini (7-16 anni) 3£;
Famiglie: 20£.
Con la London Pass l’ingresso è gratuito, prima di partire, però, controllate il sito perché le cose potrebbero cambiare (l’osservatorio di Greenwich è stato inserito tra le attrazioni con ingresso gratuito per i possessori della carta a metà novembre, pochi giorni prima di questo viaggio!).
Il Cartoon MuseumIl secondo museo di cui voglio parlarvi oggi è il Cartoon museum (35 Little Russell Street, London WC1A 2HH, Regno Unito).
Anche questo museo è (molto) piccolo e si trova vicinissimo al British museum (si potrebbero visitare entrambi nello stesso giorno). Questo museo racconta l’evoluzione del fumetto inglese dal XVIII secolo ai giorni nostri. Credo che anche questo possa essere un museo molto interessante da vedere per uscire dal circuito dei soliti musei che si visitano a Londra, soprattutto se non è la prima volta che si visita la città e si vogliono trovare cose interessanti da vedere (se è la prima volta a Londra può essere interessante inserirlo in un circuito di attrazioni diverse dal solito). Per motivi di copyright non è possibile fare fotografie (e riprese) alle singole tavole, ma è possibile farne solo alle sale “in generale”. Su flickr, nel set di questo viaggio, troverete quindi solo le foto delle sale. Devo ammettere che questo piccolo museo è stato davvero una grande scoperta, non me lo aspettavo: ho scoperto della sua esistenza scorrendo la lista delle attrazioni per cui la London Pass offriva agevolazioni (non da solo ingressi gratuiti) ed ha attirato la mia attenzione. C’è anche una piccola area in cui si possono leggere dei fumetti e se cercate un numero particolare da portarvi a casa, da quello che ho capito potete informarvi e chiedere aiuto direttamente all’associazione che si occupa del museo!
Per quanto riguarda il biglietto d’ingresso, i prezzi sono questi:
Adults 7£
Conc.: 5£
Students: 3£
L’ingresso è gratuito se avete la London Pass. Sul sito ufficiale del museo trovate, comunque, tutte le informazioni che possono esservi utili per la visita.
Transport Museum Un altro museo decisamente interessante è il London Transport Museum. Situato alle spalle del mercato coperto di Covent Garden, accanto alla Jubilee market hall, questo museo racconta l’evoluzione dei mezzi pubblici londinesi. L’esposizione segue, ovviamente, un filo logico: parte dalle carrozze per arrivare fino agli odierni treni della metro senza autista passando per tutto ciò che c’è stato in mezzo. Per me è stato divertente perché, oltre alle solite tappe interattive che caratterizzano i musei inglesi, alcuni mezzi in esposizione sono “aperti ai visitatori” e  vi si può salire, vedendo così da vicino com’era, una volta, il trasporto pubblico di questa grande e caotica metropoli (caotica, in alcune ore della giornata, anche nei lunghi e tortuosi tunnel della metropolitana). E credo che questo sia uno dei maggiori punti a favore del museo 😀
Transport Museum Per visitarlo ci vuole un po’ più di tempo rispetto agli altri due musei, anche se non è sicuramente molto grande. Le cose da vedere sono molte, infatti in alcune aree la densità di cose da vedere è elevata, anche se comunque gli spazi sono ampi e spaziosi rendendo (a mio avviso) la visita piacevole. A visitare il museo vi sono anche molte famiglie: le famigerate installazioni interattive e la possibilità di vedere da vicino le cose aiutano a coinvolgere anche i bambini più piccoli!  La nota negativa è il costo del biglietto: per gli adulti costa ben 15£! Sul sito dice che questo biglietto permette ingressi illimitati per i 12 mesi successivi all’acquisto… Ma una volta visitato il museo non credo che in molti ci torneranno (nonostante sia molto interessante). Noi non ci siamo poste il problema perché con la London Pass l’ingresso era gratuito.
Tower Bridge: vista dalla lastra in vetro Concludo raccontandovi della “Tower Bridge Exhibition“, proprio all’interno del famosissimo ponte simbolo di Londra. Come vi dicevo ad inizio post, non è esattamente un museo, non nel senso stretto del termine in quanto si tratta di un’esposizione che ha luogo all’interno della struttura del ponte e che racconta la storia del ponte stesso: comincia con un breve video sulla nascita del ponte sviluppandosi lungo una delle passerelle tra le due torri e si conclude all’interno della sala macchine. L’esibizione racconta anche (molto brevemente) la storia di alcuni altri ponti-simbolo di altre città del mondo. In questo periodo, la cosa che attira maggiormente i turisti è la passerella di vetro che fornisce ai visitatori una vista bellissima sul fiume e sul ponte stesso… A quanto pare in molti pensavano che da sotto i passanti potessero vedere e sbirciare chi passava lungo la passerella… Ma niente paura: nessuno, da sotto, potrà vedervi!
Tower Bridge: lo Shard dalla passerella La cosa che preferisco della visita è, in realtà, il panorama di cui si può godere una volta che si è arrivati sulla passerella! Quindi, prima di scendere ed andare a visitare la sala macchine, non dimenticate di godere di questa vista spettacolare (quando ho scattato le foto erano le 14 e la luce tendeva già al tramonto: uno spettacolo davvero). L’ingresso è gratuito con la london pass e questi sono i prezzi per i vari tipi di biglietti acquistabili:
Adulti £9.00
Bambini (età 5-15) £3.90
Studenti (con documento di identificazione) £6.30
Senior (età 60 +) £6.30
Sotto i 5 anni gratis
Disabili/assistenti gratis
Ci sono anche sconti per le famiglie, potete trovare tutti i prezzi sul sito ufficiale.



Booking.com

0 Commenti

Articoli correlati

Lascia un commento